POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione. Recensioni stilate da me e da altri autori. Editoriali vari.
Pubblico poesie, racconti e dialoghi di vari autori.
Vi si possono trovare gallerie d'arte, fotografie, e quant'altro l'estro del momento mi suggerisce di pubblicare.
Sulla banda destra della home page, potete leggere i miei quattro e-book poetici ed altre sillogi di alcuni autori. Così come le riviste online de L'Approdo e de La Barba di Diogene, tutto si può sfogliare, è sufficiente cliccare sulla copertina.
Buona lettura!

martedì, maggio 15

Altre immagini della presentazione di Oneirikos di Danila Oppio


La poetessa Rita Iacomino che ha presentato il mio romanzo Oneirikos
e vari scatti al tavolo della conferenza






qui sotto qualche ingrandimento


Nelly Irene mentre legge le sue poesie in lingua spagnola. Il giornalista Saverio Clementi, già de La Stampa e de La Prealpina, oltre che Addetto Stampa del Comune di Legnano, quando era Sindaco Alberto Centinaio, Danila Oppio autrice di Oneirikos e la poetessa Rita Iacomino, che ha presentato il romanzo di Danila


Il parroco Padre Renato Rosso, Nelly Irene, Saverio Clementi, Danila Oppio e Rita Iacomino




lunedì, maggio 14

LE QUATTRO LEGGI SPIRITUALI

Condivido una riflessione seria, ricevuta da un amico carissimo. Grazie Francesco Bosetti!
Danila


Ma dobbiamo fare le persone serie per forza? Raccolte qui e là da Danilà!

Talvolta si raccolgono fiori nei prati, talaltra chiacchiere e pettegolezzi...i fiori recisi mi fanno pena, preferisco quelli che conservano le loro radici, che affondano nel terreno dove possono nutrirsi. Il vaso dove si tuffano i fiori recisi mi pare simile ad una cassa da morto e mi incute tristezza.
Le chiacchiere e i pettegolezzi li detesto profondamente... ma le barzellette fini, le battute di spirito quelle le accolgo perché mi accendono la giornata. Spero l'accenda anche a voi, facendovi sorridere un poco!











PREMIO LETTERARIO FIGURATIVO NAZIONALE "CAFFÈ DELLE ARTI" - DIPLOMA DI MERITO E PUBBLICAZIONE IN ANTOLOGIA DI DANILA OPPIO

Ho partecipato  con la mia poesia Caffè senza compagnia, al concorso in oggetto, ottenendo l'attestato di pubblicazione per merito e naturalmente la pubblicazione in una raccolta antologica. Felice del risultato e mi complimento con Patrizia Vittoria Rossi, Presidente del Concorso, per l'ottima scelta della copertina. Un bellissimo impatto visivo...color caffè!






Caffè senza compagnia

Caffè amaro la mattina.
Non zuccherato
e anche decaffeinato.
Ma che bevanda è
se non lo gusto con te?

E’ come bere fango
melma di palude
mentre ascolto un tango.
Se non ci sei delude.

L’occhio ancora pesto
per troppe notti in bianco
insonni e stropicciate
da un pensiero mesto.

Caffè amaro la mattina.
Se il mio amor non c’è
scendo al bar per un buon caffè
e ne lascio uno sospeso
per chi  è certo migliore di te.

Danila Oppio




Bilancio della presentazione di ONEIRIKOS di DANILA OPPIO e IN CAMMINO di NELLY IRENE ZITA GARCÍA


Il bilancio della serata di venerdì 11 maggio, relativa alla presentazione delle opere di Nelly Irene Zita García, IN CAMMINO e di Danila Oppio ONEIRIKOS, rispettivamente una silloge poetica a carattere spirituale e un romanzo surreale ma non troppo, con uno sguardo filosofico sull'umanità.
Direi che dopo una serie di intoppi, è riuscito benissimo. La giornalista Cristina Masetti, che avrebbe dovuto presentare l'opera di Nelly, una settimana prima è caduta rovinosamente, fratturandosi il gomito. Si è fatta sostituire dall'altrettanto bravo giornalista Saverio Clementi, che ha condotto magistralmente la serata. L'opera di Danila Oppio è stata presentata dalla solare, splendida poetessa e Presidente Esecutivo del concorso "Energia per la vita", indetto dal Lyons Club di RHO, Rita Iacomino.
Il mio sentito grazie a tutti coloro che, con grande disponibilità e solerzia, si sono offerti di dare il loro contributo per la buona riuscita dell'evento. 
In primis, i  presentatori e il coro polifonico NUOVO CANTICO diretti dal Maestro Claudio Monticelli.
Stefania e Carlo Olgiati, per l'organizzazione del ricco buffet. 
Mara e Fausto Colombo, Rosanna e Bruno Bosetti, Roberta e Marco Secol, che si sono occupati dell'allestimento del salone e della vendita dei libri.
Ho dimenticato qualcuno? Forse si, ma certamente loro hanno contribuito in modo tangibile e assolutamente gratuito.
Ora vorrei raccontare altro, per esempio che qui a Legnano, nel mese di maggio, i cittadini sono in grande fermento per l'evento del Palio. La Contrada dove si è svolta la presentazione dei libri è denominata Legnarello, e i suoi colori sono giallo e rosso.



Lo stemma di Contrada è uno scudo lombardo con sole a dodici raggi in oro con rossa croce al centro, su sfondo rosso.
L’origine del simbolo di Legnarello deriva dalla bandiera spagnola. Infatti Donna Consuelo dei Melzi D’Eril, spagnola, nel 1621, morendo di peste, ha lasciato l’ordine di conservare la di Lei casa e le insegne del Governatore di Cordoba (quello stesso del Manzoni) perché Legnarello fu feudo spagnolo del Ducato di Milano e dagli spagnoli fu costruito e diretto il “borgo distinto”.
Il motto di Contrada è “SOLI NEL SOLE”.
L'idea che ha avuto Stefania è stata quella di portare i colori giallo e rosso anche alla presentazione. Quindi tovaglie rosse e gialle, accessori rossi, composizioni floreali nei medesimi colori, in omaggio al Palio legnanese, e alla nostra Contrada in modo particolare.
Malgrado i numerosi inviti diramati, le 1000 persone che attendavamo non sono intervenute, vuoi per i continui temporali che hanno funestato questi giorni, anche con allagamenti e grandinate, vuoi per altri motivi. Sto scherzando, ovviamente. In realtà un centinaio di ospiti sono intervenuti e per noi è stato un onore e un successo insperato. Tra loro anche autorità civili e religiose. 
Il Parroco Padre Renato Rosso, più volte ci ha prese bonariamente in giro, dicendoci che la prossima volta saremo ospiti a Stoccolma. Perché proprio quel capoluogo svedese? Ma certo, dimenticavo, è dove si svolge il Premio Nobel, che viene conferito dall'Accademia di Svezia.
Certo non abbiamo neanche lontanamente pensato a tale riconoscimento, ci è bastato far conoscere i nostri lavori, che sono stati messi a disposizione per uno scopo benefico, ovvero per contribuire almeno in parte per la ristrutturazione della cupola del Santuario di Santa Teresa del Bambino Gesù, gravemente danneggiato dal tempo...e dal maltempo.
Il ricavato ha superato di poco i 1.000 euro, si sperava di ottenere un risultato superiore, ma siamo felici di aver potuto dare una mano ai Carmelitani Scalzi e, quel che non è da meno, aver creato una serata piacevole dove si è potuto conoscere e salutare simpatiche e generose persone.
Ora segue una piccola carrellata di foto, non tutte riuscite bene, perché scattate con apparecchi cellulari, ne attendo altre, e non appena mi perverranno, non mancherò di pubblicarle.  

Tavolo conferenza: il Parroco P. Renato Rosso, Nelly Irene, il giornalista Saverio Clementi, Danila, la poetessa Rita Iacomino, di spalle, il Priore Padre Silvano Vescovi.
sul tavolo la corbeille di fiori:  ovviamente gialla e rossa

La poetessa Rita Icacomino con i suoi amici e il bouquet immancabilmente giallo e rosso


Parte del pubblico

Il coro polifonico NUOVO CANTICO e altro pubblico


ancora il pubblico


Il coro polifonico


tavolo conferenza


Mi sarebbe piaciuto che Rita avesse condotto con sé il poeta, attore e regista Alessandro Quasimodo, figlio del premio Nobel Salvatore, ma era già occupato e il giorno seguente avrebbero dovuto recarsi a Mantova per un altro evento poetico.  Spero di averlo con noi a Legnano in una prossima occasione.
Intanto ho piacere di pubblicare qualche foto di Rita Iacomino in compagnia di Alessandro Quasimodo.

Danila Oppio

Qui di seguito Rita Iacomino con Alessandro Quasimodo






Rita con Alessandro Quasimodo e il poeta Rodolfo Vettorrello







RIta e indovinate chi? 
il giornalista e scrittore Beppe Severgnini

Che dire? Ho avuto l'onore, come supporter e presentatrice, ma soprattutto la solare simpatia della presenza della grande amica Rita!